Cerca
Close this search box.

CANTO DELLE CAMPANE

 

 

Quànt che la sère slavîne a lis fontànis
il mè paîs l’è di colôr smarît.

Io soi lontàn, ricuàrdi lis sós rànis,
la lùne, il trist tintinulâ dai gris.

Sùne il Rosàri, pai prâs al si scunìs:
jo soi muàrt al ciànt da lìa ciampânis.

Forèst, al mè dóls svualâ sor’ il plan,
no ciapâ pòure: jo soi spìrit d’ amôr,
c’a la só tìère al tòrne di lontàn.

 

CANTO DELLE CAMPANE

Quando la sera cade sulle fontane
il mio paese è di color smarrito.

Io sono lontano, ricordo le sue rane,
la luna, il triste trillare dei grilli.
Suona il Rosario, pei prati si affioca:
io sono morto al canto delle campane.

Straniero, al mio dolce volo sul piano,
non aver paura: io sono spirito d’amore,
che alla sua terra torna di lontano.

CANTO DELLE CAMPANE

Quând la sîra la s’pôgia sôvra al funtâni
al mé paèiš l’é ‘d culòur pêrs.

Mé sûn luntân, m’ arcôrd al sóo râni,
la lûna, al sighêr trést di gréll.

Sòuna al Rušâri, pr’i prèe s’inscurès:
mé sûn môrt al cânt dal campâni.

Furastēr, a còst mé dòuls vòul sôvra al piân,
‘n avèir mìa paûra: mé sûn spérit d’amòur,
ch’ a la só tèra al tórna da lûntan.

GUARDA IL VIDEO

 

La versione in dialetto reggiano è recitata dal nostro Luciano Cucchi
I sottotitoli sono nel video in Italiano, e possono essere aggiunti a scelta in Friulano (inserito come Interlingua). Vai sul tasto impostazioni per effettuare la scelta.

L’immagine “Casa di Pasolini a Versuta di  Casarsa” è opera dell’artista friulano Mario Micossi (1926-2005)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli pubblicati

ESERCIZI DI TRADUZIONE: ARTHUR RIMBAUD

Una poesia può avere tante traduzioni diverse: possono essere molto fedeli o libere, rispettare la metrica e le figure retoriche o essere lo spunto per una storia nuova. Sei amici hanno provato a tradurre, separatamente Le dormeur du val, di Arthur Rimbaud. Una ulteriore versione è stata costruita con le idee migliori.

LA FÔLA DI TURTLÈIN

Una simpatica favola di Denis Ferretti per fare gli Auguri di Buon Natale a tutti gli amici di Léngua Mêdra.

NERUDA, SZYMBORSKA E LA CIPOLLA

L’umile “cipolla” nei versi di Pablo Neruda e Wisława Szymborska, messi a confronto qui nelle traduzioni in dialetto reggiano dal nostro Denis Ferretti.

PABLO NERUDA: Geografia infruttuosa

Da una conferenza di Maria Rosaria Alfani, traduttrice italiana di Geografia infruttuosa, alla traduzione dell’ultima Poesia della raccolta in dialetto reggiano: cronaca di un percorso difficile, dal risultato incerto, ma importante per conoscere gli ultimi momenti della vita di Neruda

RAFAEL ALBERTI – Galope

Un canto di guerra della Guerra di Spagna è questa famosa poesia del poeta Rafael Alberti, qui ricordato anche per i suoi forti legami con la città di Reggio.

FOSCO MARAINI: Il Lonfo

Si può tradurre in dialetto una poesia scritta in nessuna lingua nota? Denis Ferretti lo ha fatto partendo dalla più famosa poesia di Fosco Maraini: il Lonfo!