Cerca
Close this search box.

REGGIO RICORDA PIER PAOLO PASOLINI

 

Per i legami stretti e consolidati con esponenti della cultura Reggiana, a partire da Luciano Serra, e per la rilevante importanza acquisita da Pasolini in ogni aspetto della vita culturale italiana, la comunità del nostro territorio reggiano ha ricordato e celebrato Pasolini innumerevoli volte, come abbiamo voluto rappresentare in parte con riproduzione di foto, documenti e di testi tratti anche dagli atti del Convegno “Pier Paolo Pasolini, Educazione e democrazia”, a cura di Roberto Villa e Lorenzo Capitani, svoltosi a Reggio Emilia, marzo 1995.

A partire dalla Monografia di Nani Tedeschi del 1980, CANE DI NOTTE …..dedicata a Pasolini, con i suggestivi ritratti della felice mano del compianto Nani, contenente tre poesie ed una lettera fino ad allora inedite di Pasolini, con presentazione di Paolo Volponi interventi di Roberto Escobar, Giulio Nascimbeni, Riccardo Reim, Luciano Serra, Alberto Toni e Antonio Veneziani. La Monografia è stata tirata in 1.000 copie dalla Litograf 5 di Reggio Emilia. Qui di seguito una panoramica degli splendidi disegni realizzati da Nani Tedeschi.

 

 

Il catalogo della Mostra che nell’Ottobre del 1985 hanno organizzato i Comuni di Reggio Emilia e Correggio

 

 

Il catalogo della Mostra P. P. Pasolini – Il sogno di una cosa realizzata nel 1993 dalle Biblioteche di Scandiano, Cavriago e Sant’Ilario d’Enza.

 

 

E’ del 1995 la realizzazione del Convegno di Studi con Mostra annessa su: PIER PAOLO PASOLINI – Educazione e Democrazia, organizzato dal Comune e dalla Provincia di Reggio Emilia insieme al Liceo Scientifico A. Moro. La manifestazione è stata curata da Roberto Villa e da Lorenzo Capitani e prendeva spunto dall’esperienza di maestro elementare ed insegnante delle medie di Pasolini in quel di Ciampino, come testimoniato dalla foto in copertina della Monografia.

 

 

E sempre nel 1995 la Mostra Documentaria PIER PAOLO PASOLINI – Formazione e impegno civile prendendo in esame il ventennio tra il 1935 (periodo reggiano di Pasolini) ed il 1954 (conclusione del suo periodo di insegnamento). La Mostra, che sulla copertina della Monografia reca una foto di Pasolini col suo grande amico Luciano Serra, è stata organizzata con una partecipazione a largo raggio del Comune di Reggio Emilia e la Biblioteca Panizzi con le Province di Reggio Emilia e di Pordenone ed in collaborazione col Comune di Ciampino.

 

E’ del 2005 il Convegno di Studi illustrato da questa locandina che si è tenuto tra Reggio Emilia e Scandiano dal 2 al 5 Novembre con varie conferenze a manifestazioni organizzate dagli Assessorati alla Cultura dei Comuni di Reggio Emilia e di Scandiano, incentrate sulla figura di intellettuale a tutto tondo di Pier Paolo Pasolini, e dedicate ad “Un Intellettuale del Novecento”.

 

È dell’Ottobre 2015 il volume David Parenti, presenta Pier Paolo Pasolini
…Quarant’Anni Dopo…Ancora Qui… con il Puro Privilegio di Pensare
Opere  e illustrazioni di David Parenti, con scritti,  ricordi e lettere di  AA.VV, fra i quali: Corrado Stajno, Miguel-Angel barroso, Dominique Delouche, Naomi Green, Jean –Max Mejen, Riccardo Milani, Esteban Nicotra, Tito Pioli, Giovanna Marini, Laura Betti, Carlo Lizzani, Furio Colombo, Ludovico Parenti, Luciano Serra.
David Parenti, è nato a Genova, da decenni  risiede a Reggio Emilia.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli pubblicati

ESERCIZI DI TRADUZIONE: ARTHUR RIMBAUD

Una poesia può avere tante traduzioni diverse: possono essere molto fedeli o libere, rispettare la metrica e le figure retoriche o essere lo spunto per una storia nuova. Sei amici hanno provato a tradurre, separatamente Le dormeur du val, di Arthur Rimbaud. Una ulteriore versione è stata costruita con le idee migliori.

LA FÔLA DI TURTLÈIN

Una simpatica favola di Denis Ferretti per fare gli Auguri di Buon Natale a tutti gli amici di Léngua Mêdra.

NERUDA, SZYMBORSKA E LA CIPOLLA

L’umile “cipolla” nei versi di Pablo Neruda e Wisława Szymborska, messi a confronto qui nelle traduzioni in dialetto reggiano dal nostro Denis Ferretti.

PABLO NERUDA: Geografia infruttuosa

Da una conferenza di Maria Rosaria Alfani, traduttrice italiana di Geografia infruttuosa, alla traduzione dell’ultima Poesia della raccolta in dialetto reggiano: cronaca di un percorso difficile, dal risultato incerto, ma importante per conoscere gli ultimi momenti della vita di Neruda

RAFAEL ALBERTI – Galope

Un canto di guerra della Guerra di Spagna è questa famosa poesia del poeta Rafael Alberti, qui ricordato anche per i suoi forti legami con la città di Reggio.

FOSCO MARAINI: Il Lonfo

Si può tradurre in dialetto una poesia scritta in nessuna lingua nota? Denis Ferretti lo ha fatto partendo dalla più famosa poesia di Fosco Maraini: il Lonfo!